[U10] – Una domenica da(i) Mastini!


E’ domenica ed eccoci nuovamente a raccontare di un’appassionante giornata di sport.

Questa volta l’impegno è a Opera, in un bel centro per un bel torneo ottimamente organizzato dagli amici della società Mastini Rugby.

Nove sono le compagini Under 10 che si sfidano, suddivise in tre gironi da tre squadre ciascuna.

Dopo il precedente torneo finito così così, i nostri coach hanno svolto due intense settimane d’allenamento putando molto sulle carenze manifestate e sulle nuove tecniche ancora non propriamente assimilate. I bambini hanno lavorato bene e con entusiasmo perché nel loro DNA è evidentemente scritta la parola rugby.

Al via il torneo. Siamo i primi a giocare e, come ultimamente spesso capita, dobbiamo affrontare il CUS Milano. Nonostante la sconfitta per 2 a 1 maturata nei minuti finali per un palese nostro errore di inesperienza, sono evidenti i passi in avanti fatti in soli due mesi, passando da nette sconfitte subite da questi bravi avversari ad una partita sostanzialmente in equilibrio. Non c’è risentimento nei bambini per la sconfitta, solo  consapevolezza di una forza che piano piano sta emergendo.

La seconda partita ci vede impegnati contro i ben organizzati bambini dell’Orio, che nella partita con il CUS Milano hanno pareggiato, sfiorando la vittoria. Partita durissima ma corretta in cui capiamo che per superare il loro schieramento fisico l’unica alternativa è un giro veloce di palla con attacchi esterni dai velocisti. Trovata la chiave di lettura del match, riusciamo a portare a casa una vittoria in maniera perentoria.

Partecipiamo al girone finale dei secondi qualificati e qui troviamo l’altra squadra dell’Orio ed il Rho. Di nuovo due partite toste, di quelle che tolgono il respiro e lacerano le corde vocali sia ai coach, nell’impartire le direttive ai bambini, sia al pubblico nell’intento di sostenere i giocatori cercando di guadagnare virtualmente quei metri in più che li possano portare alla meta.

D’altronde questo è uno dei cardini del rugby: “il sostegno”, ed è esattamente quello che abbiamo visto da parte dei nostri ragazzi nelle ultime due partite. Concludiamo il torneo al quinto posto, frutto di una vittoria per 4 a 3 contro l’Orio ed una sconfitta di misura per 5 a 4 contro il Rho. Grande impegno ed intensità. Bravi!!!

Significativo è stato il momento finale in cui coach Roberto ha radunato tutta la squadra spiegando loro che l’importante non è vincere, ma dare sempre il massimo di se stessi, perché è solo spingendosi ai propri limiti che si rompono gli argini e si guadagna un piccolo miglioramento che diventa poi la base per le future sfide.

Adriano Buscema