[U6] – 2° posto nel gelo di Parma!


“La più bella vittoria l’avremo ottenuta quando le mamme italiane spingeranno i loro figli a giocare al rugby se vorranno che crescano bene, abbiano dei valori, conoscano il rispetto, la disciplina e la capacità di soffrire. Questo è uno sport che allena alla vita.”

(John Kirwan – ex rugbista ed allenatore neozelandese)

 

In nessun’altra occasione fu più vera tale affermazione.
Questa domenica è la città di Parma ad accogliere i nostri piccoli rugbysti e lo fa con una pioggia sottile e pungente che lascerà poi il posto ad una gelida brezza. Insomma, niente sconti.

I bimbi partono benissimo contro i padroni di casa, ma con il passare del tempo le difficoltà aumentano.
Il freddo è un nemico duro da affrontare, ma le partite continuano, aumenta il fango su magliette, mani e facce, ma nessuno si ferma.
Chiudiamo il girone in seconda posizione ed accediamo subito alla finale. Ci comportiamo bene, ma affrontiamo un avversario nettamente superiore e la sconfitta è netta. Secondo posto in un torneo di prestigio.

I risultati però spesso mentono, perchè quello che si è visto in campo e fuori è altro.
I bimbi sono andati sempre avanti nonostante freddo e fango, li ho visti sostenersi a vicenda e chiedersi l’un l’altro se andava tutto bene. Ho visto genitori affrontare le intemperie, tifare e prendersi cura dei propri figli e di quelli degli altri come fossero i loro. Ho visto un unica entità lottare contro pioggia, freddo e fango. Ho visto una squadra, questa è una vittoria!

Il resto sono numeri.

 

Michele D’Armento