[U12] – Casa dolce casa!


Good morning Sesto!

Domenica 26 novembre.

Il maltempo di sabato lascia spazio ad una giornata che si preannuncia spettacolare. Terreno in ottime condizioni, l’aria frizzante della mattina porta con sè un venticello che spazza le nubi e apre ad un bel sole. Ma che freddo! Speriamo i nostri non cadano in letargo! Mentre la nostra squadra è riunita per il riscaldamento sotto la guida di coach Melo, lo  staff, composto dagli organizzatissimi genitori dell’U12, termina di preparare il campo, il terzo tempo, l’area ristoro e accoglie le squadre ospiti.

Alle 11:30 inizia il torneo: gli avversari di oggi sono gli Aquilotti di Sondrio, i Mosquitos di Muggiò e i Lupi Metropolitani del Nord Milano. Oggi i nostri eroi saranno messi a dura prova dal punto di vista fisico: 2 tempi per partita da 10 minuti l’uno senza troppe interruzioni.

 

GEAS vs Sondrio

La prima partita ci vede affrontare gli Aquilotti del Sondrio, da sempre squadra molto ben organizzata. Pronti via, dopo pochi minuti siamo in meta con un’ottima progressione in uscita da una ruck. 1-0 e avanti! Ruck controllata dal Sondrio, palla veloce in uscita intercettata dai nostri e corsa dritta in meta. È 2-0. Il Sondrio non ci sta e parte il tentativo di rimonta: dopo qualche minuto di battaglia su entrambi i fronti, gli Aquilotti, meglio schierati, riescono ad aprire la strada sul lato sinistro e dimezzano le distanze: siamo 2-1. Si ricomincia: calcio con squadra che sale compatta e dopo pochi secondi siamo 3-1! Ma le aquile non si arrendono: guadagnano un fallo, battuto veloce, la nostra difesa viene bucata e si portano sul 3-2. Oggi è dura ragazzi! A pochi minuti dalla fine del primo tempo c’è spazio per altre 2 azioni: stavolta è il GEAS che sfrutta un fallo giocato veloce e si porta sul 4-2, poi è il Sondrio che replica sul finire del tempo. GEAS 4 Sondrio 3.

La ripresa vede le squadre iniziare con un po’ di affanno dopo la battaglia del primo tempo. Dopo 2 minuti ci portiamo vicino all’area di meta, si forma una mini ruck dove siamo più lesti a raccogliere palla e depositarla oltre la linea. 5-3 e l’impressione di averne di più dei nostri avversari. Nei minuti a seguire le squadre alternano le azioni per tutto il campo, nessuna delle due vuole cedere. Il tempo volge al termine, siamo pressati a ridosso della nostra meta, ma conquistiamo palla e grazie ad un’ottima apertura troviamo un corridoio libero per cementare il risultato sul 6-3 finale. Grande GEAS!

 

GEAS vs Mosquitos

Nemmeno 10 minuti di tempo per rifiatare e si ricomincia. La seconda partita ci vede opposti ai Mosquitos di Muggiò, squadra messa bene in campo e con buona preparazione. L’incontro si mantiene in bilico per metà del primo tempo, con capovolgimenti da una parte e dall’altra. Ma sono gli ospiti a passare in vantaggio grazie ad un’azione individuale che coglie impreparati i nostri ragazzi. GEAS 0 – Muggiò 1. Poco dopo un  minuto è sempre un’azione individuale dei Mosquitos che taglia il campo da destra a sinistra e deposita l’ovale oltre la linea. In rapida successione i nostri avversari segnano altre 2 mete: la prima di furbizia e velocità in uscita da una ruck alla nostra sinistra, la seconda di potenza sfruttando un fallo a loro favore, sulla destra del campo. Muggiò avanti 4-0.

Lo sforzo contro gli Aquilotti si fa sentire, nemmeno un minuto dal calcio d’inizio della ripresa e i Mosquitos si portano sul 5-0: pressing a ridosso della nostra area di meta, placcaggio dei nostri, palla raccolta dal Muggiò e meta. Nella successiva azione il GEAS trova la meta della bandiera, si portano a pochi metri dalla linea : fallo a favore sulla destra del campo, apertura rapida che serve il rimorchio in sfondamento e di potenza schiacciamo! Forza Sesto! Mai arrendersi! 5-1 e onore salvato. Poco dopo sono ancora i Mosquitos a marcare: ennesima palla portata nei pressi della nostra area e sempre in uscita da una ruck sono più lesti a trovare il varco sulla sinistra. 6-1 Difficile reagire ma il rugby insegna a non mollare mai. La partita si conclude con altre 2 mete dei Mosquitos che sfruttano il maggior dinamismo dei loro giocatori. Finale 8-1 per i Mosquitos. Ma bravi i nostri a provarci sempre incitati dal nostro coach!

 

GEAS vs Lupi

L’ultimo match vede affrontare i Lupi Metropolitani del Nord Milano. Vogliosi di riscatto, apriamo subito le danze con un’ottima imbucata centrale. 1-0 e palla al centro! Dopo altri 2 minuti ci portiamo a ridosso della loro area e in uscita da un raggruppamento marchiamo la seconda meta: 2-0! Questa è la squadra che vogliamo vedere! Sempre avanti! Si riparte: sfondamento centrale e arriva la terza meta con uno splendido gesto d’altruismo. Poco dopo ci si ripete ancora con una splendida cavalcata in solitaria! Siamo sul 4-0 quando nel nostro campo accade quanto di più tipico negli stadi inglesi: invasione di campo da parte di un tifoso! A differenza degli inglesi, tuttavia, il nostro eroe non è nudo ma vestito di pelo e pettorina: si tratta di Rufus bellissimo incrocio tra setter e levriero che è stato eletto mascotte della squadra. Ah! Corressero così anche i nostri ragazzi…

La breve interruzione fa perdere la concentrazione alla squadra: vicina alla marcatura, viene presa in contropiede dai Lupi : 4-1 . I ragazzi non si scompongono e ripartono alla grande, in mischia, sulla linea schiacciano per il 5-1. Risultato che chiude il primo tempo.

La seconda frazione si apre com’era terminata la prima: galoppata dei nostri, tentativo di placcaggio avversario che non sortisce effetto e palla depositata oltre la linea. 6-1 e incontro che sembra in mano nostra, ma mai abbassare la guardia! Infatti i Lupi reagiscono, con un’azione di potenza, resistendo ai nostri tentativi di placcaggio, segnano la seconda meta. 6-2. Ma stavolta la remuntada sembra scongiurata: il coach non ammette distrazioni! Così si riparte in quarta, sprazzi di gioco alla mano, finte, veroniche e meta!! ci manteniamo a distanza di sicurezza: 7-2. E sul successivo possesso ancora una bella apertura ci permette di volare sull’8-2.

Dai ragazzi manca poco! E’ con un’azione personale che taglia il campo da destra a sinistra che troviamo il massimo vantaggio: 9-2. I Lupi accorciano con una gran giocata, palla lunga direttamente in area di meta dove si fanno trovare i più svelti pronti a schiacciare! 9-3. Ancora un’azione ci vede a ridosso della loro linea di meta, da una mischia riusciamo a far uscire l’ovale e servire chi ha un corridoio libero davanti a sé. 10-3 e partita quasi conclusa. Proprio sul finire i nostri avversari piazzano il colpo del 10-4 definitivo.

 

Risultato finale: secondo posto dietro agli ottimi Mosquitos. C’è ancora molto da lavorare per coach Melo, ma la base sembra buona.

E ora… tutti al terzo tempo!

Fabrizio Calegari